Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CULTURA

La Notte dei Musei, l'arte splende anche nel buio

A Cremona e a Crema piacciono l’apertura serale e le visite guidate alle mostre e alle collezioni permanenti

Email:

bcaffi@laprovinciacr.it

15 Maggio 2022 - 10:03

CREMONA - A cena con i Romani oppure seguendo le tracce dell’iconografia della siciliana Madonna dell’Itria, ascoltando musica nella preziosa atmosfera della sala Manfredini o scoprendo la storia e le storie dei capolavori di Stradivari: i musei europei sono tornati ad aprirsi di sera, per una notte che ha il sapore dolce della cultura ritrovata. A Cremona hanno aderito la pinacoteca Ala Ponzone, il museo di Storia naturale, il museo archeologico di San Lorenzo e il Museo del Violino, mentre a Crema ha partecipato il Museo civico di Crema e del Cremasco.

L’arte e la cultura possono fare le ore piccole e il pubblico, complici l’apertura al calare del sole e l’ingresso gratuito, ha risposto con interesse e partecipazione. Perché nei musei, quando si avverte il senso della comunità, la cultura è cosa viva, testimonianza palpabile di ciò che si è, delle proprie radici. A Cremona, grazie alla collaborazione con il conservatorio Monteverdi, non sono mancati alcuni momenti musicali. Così come non sono stati dimenticati i più piccoli, che hanno potuto (ri)scoprire - letteralmente sotto un’altra luce - la Piccola biblioteca di Storia naturale. Tutto per loro anche il laboratorio di microfiabe realizzato in collaborazione con il museo del Cambonino. Il pubblico ha anche potuto dire la sua, scrivendo riflessioni sui temi della sostenibilità, del potere di innovare in materia di digitalizzazione e accessibilità e del potere di costruire una comunità attraverso l’educazione. L’iniziativa accompagna la Giornata internazionale dei musei che si terrà il 18 maggio. Gli interventi più significativi saranno pubblicati sul sito di Cremona Musei.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400