Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORSA AI TAMPONI

Green pass, nelle farmacie l'assalto dei No vax

A Cremona e provincia fioccano le prenotazioni per il test: il picco è atteso per oggi

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

14 Ottobre 2021 - 05:45

Green pass, nelle farmacie l'assalto dei No vax

CREMONA - No vax, la maggioranza di quelli che stanno in coda e che, non vaccinati, da domani non potranno andare al lavoro; ma c’è anche chi, semplicemente, vuol essere certo che quel raffreddore che non va via non sia Covid, perché magari non si fida malgrado sia vaccinato: eccolo, l’esercito che ormai da ore sta prendendo d’assalto le farmacie di Cremona e provincia per fare il tampone che garantisce l’accesso in azienda anche senza certificato verde. E il picco è atteso oggi.


A CREMONA

«Se il portale della Regione non si blocca, fila tutto liscio — afferma Guido Ziliotti della farmacia di porta Venezia —. I nostri clienti si prenotano sul sito della farmacia. Noi abbiamo preso sei infermieri per fare in modo di non penalizzare gli altri servizi della farmacia. Stiamo cercandone altri perché le prenotazioni sono destinate ad aumentare». Tra quelli in coda c’è chi afferma: «Finché posso non mi vaccino, aspetto di avere più certezze. Per ora fare un tampone a settimana è sostenibile».


A CREMA

Si fatica a trovare un posto libero per fare un tampone nelle farmacie cremasche: negli ultimi giorni hanno prenotato migliaia di non vaccinati, obbligati a fare il test per poter avere il Green pass temporaneo (48 ore di validità). I telefoni squillano in continuazione, i titolari e i dipendenti si fanno in quattro per trovare un posto a tutti. Già ieri pomeriggio decine di persone si erano prenotate per essere così coperte dalla carta verde in vista della giornata di domani.


A CASALMAGGIORE

«Sono una lavoratrice autonoma che deve entrare in altre aziende per cui sono obbligata al tampone. Per me è un sopruso che costringe me e il mio compagno a sottoporci a un calvario di tamponi. Il fatto è che io sono sicura di essere negativa mentre chi si è vaccinato non lo è». In coda davanti alla farmacia comunale ci sono varie situazioni, tutte legate al lavoro. «Per motivi di salute — spiega una giovane — non posso sottopormi alla vaccinazione. Purtroppo, sono riuscita a fissare gli appuntamenti solo fino a lunedì prossimo poi dovrò rivolgermi ad altre farmacie». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pamela.maccagnoni

    17 Ottobre 2021 - 22:22

    Mi domando ... c'era bisogno di tutto ciò... quando nel resto d'Europa ( a parte in Francia... che presto lo ritirerà ) il green pass non esiste?!!

    Report

    Rispondi