Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA "STRETTA" DI NATALE

Super Green Pass dal 6 dicembre: ecco cosa cambia

Estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie, rafforzamento dei controlli e istituzione del "super lasciapassare"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Dicembre 2021 - 13:22

Super Green Pass dal 6 dicembre: ecco cosa cambia

CREMONA - Estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie, rafforzamento dei controlli e istituzione del Super Green Pass: ecco cosa cambia a partire da lunedì 6 dicembre per arginare l'avanzata della quarta ondata del contagio da Coronavirus.

LE NUOVE CATEGORIE

  • L’obbligo vaccinale sarà esteso a tutto il personale scolastico e quello della Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico, a partire dal 15 dicembre. Le nuove categorie coinvolte nell’obbligo vaccinale sono nello specifico: docenti e personale amministrativo delle scuole, militari, forze di polizia e personale del soccorso pubblico.
  • L’obbligo di sottoporsi alla terza dose per i sanitari è già in atto, ma dal 15 dicembre sarà esteso anche al personale amministrativo del comparto Sanità.
  • È già consentito l’anticipo della terza dose a 5 mesi di distanza dalla seconda.


SUPER GREEN PASS: COME FUNZIONA 

  • La validità del Green Pass viene ridotta da 12 mesi a 9. L’obbligo del Green Pass viene esteso a nuovi settori, in particolare alberghi, spogliatoi, servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale e trasporto pubblico locale.
  • Dal 6 dicembre arriva il Green Pass rafforzato, o Super Green Pass, che prevede che solo vaccinati e guariti possono accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di zona gialla. Queste sono: spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche e cerimonie pubbliche.
  • Anche in caso di un eventuale passaggio a zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scatterebbero per i detentori di Green pass rafforzato. Dal 6 dicembre al 15 gennaio 2022, inoltre, è previsto che chi possiede Green pass rafforzato lo debba esibire per svolgere le attività che altrimenti sarebbero soggette a restrizioni anche se ci si trova in zona bianca. Tuttavia, in zona bianca sarà valido anche il pass ottenuto con il tampone negativo per accedere a palestre, piscine e ristoranti all’aperto.


CONTROLLI E MASCHERINE

  • Il decreto legge prevede un rafforzamento dei controlli che vede il dispiegarsi di tutte le forze di polizia a livello provinciale che controlleranno costantemente che tutti rispettino le regole. Le Prefetture saranno obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’Interno.
  • Il governo non è intervenuto sulla questione mascherine, perciò valgono ancora le disposizioni in vigore. La mascherina, in zona bianca, non è obbligatoria all’aperto ma va indossata in tutti i luoghi chiusi diversi dalla propria abitazione, tra cui anche tutti i mezzi di trasporto pubblico. Va indossata anche all’aperto in situazioni in cui non è possibile mantenere un adeguato distanziamento sociale, come, ad esempio, mercati o eventi all’aperto: a Cremona e Crema i sindaci hanno emanato ordinanze ad hoc che introducono l'obbligatorietà della mascherina in specifiche aree dei centri storici. È invece obbligatoria in ogni situazione anche all’aperto in zona gialla, arancione e rossa.


I CERTIFICATI TAMPONE

  • Ai fini del Green Pass rimane valida la certificazione ottenuta a seguito di un tampone molecolare negativo nelle 72 ore precedenti o tampone rapido nelle 48 ore precedenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400