Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASTELLEONE

Volontariato, pc per la DAD regalati ai bambini in difficoltà

Il referente del progetto Jacopo Zaninelli: "Adesso vorremmo riproporre l'iniziativa con gli smartphone"

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

22 Giugno 2022 - 16:47

Volontariato, pc per la DAD regalati ai bambini in difficoltà

CASTELLEONE - Una truppa di informatici improvvisati è stata in grado di regalare un sorriso a più di venti famiglie castelleonesi in difficoltà. Come? Regalando ai bimbi un computer portatile da poter utilizzare a scuola per studiare e a casa per giocare.

Il laboratorio di riparazione dei volontari

«L’idea è nata durante la pandemia e, per via della Dad, ci sono giunte molte richieste da parte soprattutto delle docenti delle scuole elementari. Grazie all’impegno dei volontari di Alice nella Città, la sede offerta da Radio Nerocartaoro e il supporto dell’Arci di Ombriano, siamo riusciti nell’impresa – commenta Jacopo Zaninelli, referente del progetto –. Adesso vorremmo riproporre l’iniziativa riparando e distribuendo gli smartphone a chi altrimenti non potrebbe permettersi una spesa prossima ai 200 euro. Oggi, per una mamma o un papà, poter usare Whatsapp per esempio è molto importante e utile».

Il mercato di distribuzione dei vestiti

Chi s’immagina l’informatica come un intricato groviglio di algoritmi, microprocessori e hacker truffaldini, deve fare un passio indietro. A Castelleone, terra solidale per eccellenza, anche l’hi-tech è al servizio dei più fragili. Il progetto Soccorso Informatico, branca di Arci Solidale, è stato esportato da Ombriano a Castelleone. E pur comprendendo anche la consegna di generi alimentari e abiti, ha fatto molto parlare di sé per questa innovativa distribuzione di Pc. Che, attenzione, non sono affatto rottami. Oltre alle donazioni dei privati, infatti, ci sono anche quelle del 34Network, con «macchine» di tutto rispetto. I computer guasti, danneggiati o addirittura inutilizzabili sono stati minuziosamente e perfettamente riparati, uno per uno, da un team di tecnici. Il tutto nel proprio tempo libero e gratuitamente.

Il mercatino solidale

E adesso che la Dad, almeno si spera, non è che un lontano ricordo? «Passeremo ai cellulari. Pensiamo sia importante dare ai genitori la possibilità di comuncare fra loro, con la scuola, coi figli, attraverso la messaggistica web e i social. Aiuteremo chi non può farcela da solo». Chi volesse dare una mano o, meglio, un telefono o un portatile può chiamare il numero 3388019735.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400