Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LO SPETTACOLO

Bullismo, MagicaMusica dice un sonoro «no»

Coro, orchestra e corpo di ballo nel musical che va dritto al cuore. Il 21 maggio al Ponchielli

Mariagrazia Teschi

Email:

mteschi@laprovinciacr.it

28 Aprile 2022 - 05:10

Bulli, Magica musica dice un sonoro «no»

Ragazzi, organizzatori e operatori alla presentazione di «Sbulli musical»

CREMONA - La diversità come antidoto al bullismo. Arte, musica, danza per dire un sonoro no a tutti gli «ismi» e raccontare come la fragilità sia un bene comune da preservare contro ogni violenza, contro ogni ideologia.

Questo è «Sbulli musical», il nuovo spettacolo pensato e realizzato dall’associazione MagicaMusica (trenta fra ragazzi e ragazze diretti da Piero Lombardi) in collaborazione con il liceo coreutico Tito Livio di Milano (una sessantina fra danzatori e danzatrici) e l’istituto comprensivo Pescara 8 (quaranta coristi in erba) in scena il prossimo 21 maggio alle 21 al teatro Ponchielli e in replica domenica 12 giugno al Regio di Parma.

Sarà una vera e propria «invasione» di scenografi, musicisti, ballerini, cantanti e attori (a cui si sono uniti educatori e insegnanti) al lavoro da mesi sotto la guida di Lombardi nella realizzazione dei comuni contenuti artistici ed espressivi di uno spettacolo destinato a toccare nel profondo, ciascuno con le proprie competenze, abilità, inclinazioni.

L’iniziativa è stata presentata ieri presso il palazzo della Provincia. Oltre a Lombardi, erano presenti il presidente della Provincia Paolo Mirko Signoroni, l’assessore alle politiche sociali e fragilità del comune di Cremona Rosita Viola e la funzionaria Maura Longari in rappresentanza della Prefettura.

Con «Sbulli musical» — ha spiegato Lombardi - abbiamo voluto unire forze tanto diverse per affrontare, insieme, un tema di stretta attualità, il bullismo. Ma attraverso l’arte parleremo anche di rispetto, coraggio, determinazione, inclusione, esclusione, sogno, con l’obiettivo di valorizzare le potenzialità che ciascuno di noi possiede».

«Per i ragazzi una magnifica esperienza che veicola un grande messaggio di umanità, quella vera, che si fonda sul pluralismo e sul prossimo altro da me, una ricchezza riposta in chi ho davanti nella vita», ha aggiunto Signoroni.

L’assessore Viola ha ricordato l’impegno di «MagicaMusica nel coinvolgere ragazzi con disabilità, educatori e genitori per elaborare proposte di qualità. Tutti, con il loro impegno, la loro passione ed il loro talento, ricordano che, oltre l’aspetto ludico ed educativo, ciascuno di noi può fare qualcosa di bello e utile per far crescere la cultura della diversità. Perché siamo tutti uguali, ma anche tutti diversi».

Non più vittime, ma protagonisti sul palco, con la soddisfazione di fare, semplicemente, quello che tutti gli altri fanno: cantare, ballare, suonare, ridere, scherzare, divertirsi. 

Speriamo che questo spettacolo lasci un segno. Perché il bullismo fa male tanto alle persone che ne sono colpite, quanto alle loro famiglie

«Ho voluto essere qui oggi per dirvi che puntiamo allo stesso risultato. È importante aiutare le persone a riflettere su questi temi: voi lo fate toccando corde differenti. Arrivate dritti al cuore. Speriamo che questi messaggi passino dal cuore al cervello e che le persone arrivino a comprendere l’importanza del rispetto dell’altro e della coesione sociale», ha aggiunto Longari, assistente sociale e funzionaria della prefettura impegnata nel coordinamento di un protocollo destinato anche alla prevenzione e al contrasto di situazioni di bullismo.

«Speriamo che questo spettacolo lasci un segno. Perché — ha ricordato Vittoria Rossi a nome dei genitori di MagicaMusica — il bullismo fa male tanto alle persone che ne sono colpite, quanto alle loro famiglie».

  • I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del teatro o su vivaticket.
  • Platea e palchi € 20, galleria € 15, loggione € 10, biglietto studenti € 12. Gratuito per persone disabili e bambini sotto i 10 anni.
  • Per informazioni: 0372022001 o 0372022002.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400