Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA GUERRA DI PUTIN: IL VIDEO

Pizzighettone, in centinaia sfilano alla processione per la pace

Silenzio, preghiere e fiaccole accese alla marcia con Comune, parrocchie associazioni e scuole: l’emozione di sindaco e don Bastoni. E risuona «Imagine» con le Lady Voice

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

02 Aprile 2022 - 08:13

PIZZIGHETTONE - Circa 700 metri separano piazza della Repubblica da piazza d’Armi e ieri sera tanti pizzighettonesi li hanno percorsi in silenzio, recitando preghiere e rivolgendo il pensiero ad oltre 1.600 chilometri dal borgo: a Kiev, dove vengono continuamente sganciate bombe e dove tanti padri stanno combattendo per la patria. Ma ieri, alla camminata promossa dalle parrocchie e dalle associazioni di volontariato insieme a scuole e Comune, non c’è stato spazio per le analisi geopolitiche. Non si è parlato di colpe e cause. Solo di pace. La manifestazione, che ha visto la partecipazione di persone di ogni età, si è aperta con le Lady Voice che hanno cantato Imagine e si è conclusa proprio nel cuore della città murata. A pochi passi dal municipio e dalla chiesa di San Bassiano. Ed è lì che sono intervenuti gli attori de Le Stanze di Igor, oltre al sindaco Luca Moggi e al parroco don Andrea Bastoni.

«Con grande onore, emozione e speranza, a nome della cittadinanza di Pizzighettone e di tutte le sue frazioni – ha detto il primo cittadino –, come in un’unica voce innanzitutto ringrazio per la sentita partecipazione a questo momento collettivo. Voglio farmi interprete dei sentimenti di affetto e vicinanza di tutta la comunità, a valere per i presenti ma anche per chi oggi non ha potuto essere qui. L’onore e l’emozione sono condivisi anche con tutti i rappresentanti della società civile e delle associazioni, tra cui le promotrici di questa fiaccolata, che ringrazio per la sensibilità e per l’impegno. Ringrazio gli organizzatori anche per la neutralità dell’approccio nell’affrontare questa tematica particolare e per la volontà di trasmettere i valori della pace, assolutamente condivisi dall’Amministrazione che rappresento». Ha parlato di unità e coesione, Moggi. Senza dimenticare il già difficile contesto socio-economico segnato dalla pandemia. Sia lui sia il parroco, poi, hanno parlato di accoglienza. Dei valori morali che la comunità sta dimostrando in questo percorso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400